10 consigli per scegliere le migliori scarpe da trekking e 5 Modelli

10 consigli per scegliere le migliori scarpe da trekking e 5 Modelli

​Il trekking o l'hiking sono due attività che richiedono un notevole sforso ai piedi e perciò è importante scegliere le scarpe adeguate prima di avventurarsi in lunghi cammini in montagna.

Ma come fare per individuare le calzature adeguate?

Ecco 10 consigli che vi aiuteranno a trovare le scarpe adatte al vostro piede e al tipo di cammino che state per affrontare.


Scorciatoia Per Chi ha Fretta!

Se Vuoi Andare Direttamente ai Modelli di scarpe Che Consigliamo Clicca Qui Sotto.


​Come scegliere le scarpe da trekking: 10 consigli utili

​1. Acquistare scarpe di un numero più grande

​Acquistare scarpe di un numero più grande di quello utilizzato solitamente,è un trucco per evitare di ritrovarsi con scarpe strette dopo una lunga camminata.

Questo perché i piedi tendono a gonfiarsi dopo aver camminato per molto tempo, avranno quindi bisogno di più spazio.

Un numero in più permetterà anche l'utilizzo di calzettoni più spessi in caso si scelga di fare trekking in periodi freddi o in luoghi di montagna.

Per comprare le scarpe giuste è consigliabile portare con sé un paio di calzettoni per misurare le scarpe in modo corretto.

​2. ​Portare con Se un Paio Di lacci di Scorta?

​Le scarpe adatte a lunghi percorsi su terreni non regolari, devono essere resistenti meglio se waterproof e con un allaccio sicuro.

Riguardo a questo, si consiglia di portare con sé un paio di lacci di scorta per cambiarli in caso si rompano. é importante che le scarpe da trekking contengano bene il piene e la caviglia.​

Inoltre è bene utilizzare le scarpe per un po' di tempo prima di indossarle per una camminata impegnativa e di lunga distanza.

Le calzature devono adattarsi al piede, prendendone la forma e rendendo morbide la parti più rigide.

Usare le scarpe per 2-3 ore di seguito per diverse volte prima di affrontare un cammino di diversi km e giorni.

​3. ​La Forma Della Suona e La Comodità della Scarpa

​​Anche l'interno delle scarpe da trekking è molto importante per il benessere del piede.

La tomaia deve essere morbida per accogliere il piede e prenderne la forma ma nello stesso tempo deve sostenere la colonna vertebrale nella corretta posizione.

La forma della suola è fondamentale, il sostegno al tallone richiede un'attenzione particolare in quanto quello è il punto in cui vengono assorbiti i colpi.

Vi sono calzature che possiedono una sorta di cuscinetto al tallone che funge da molla, in questo modo all'assorbimento degli urti seguirà uno slancio verso l'alto che aiuta la camminata.

Il tessuto interno traspirante aiuterà a smaltire l'umidità dovuta alla sudorazione.

L'utilizzo di calzini spessi in cotone saranno utili ad evitare che si formino vesciche e aiuteranno ad assorbire il sudore.

In previsione di lunghi cammini, è consigliabile portare 2 o più paia per mantenere sempre i piedi asciutti e puliti.

​4. ​Scarpe Alte o basse, quali preferire?

​Le calzature adeguate per lunghi cammini devono essere alte per proteggere la caviglia da distorsioni che possono facilmente accadere se si scelgono cammini in montagna e in luoghi tortuosi con terreno disconnesso.

Devono inoltre essere comode per consentire il giusto movimento al piede e alla caviglia.

È bene fare delle pause lungo il cammino per riposare ma anche per togliere le scarpe e permettere ai piedi di respirare.

Inoltre durante le pause le scarpe vanno aperte completamente in modo da fargli prendere aria per asciugarle per quanto possibile.

​5. ​Sandali Da Trekking???

​Acquistare le scarpe da trekking giuste è un passo essenziale per poter affrontare un cammino in tranquillità.

La protezione che offrono è insostituibile sia nelle stagioni fredde che in quelle calde.

Per tale motivo si sconsiglia di acquistare dei sandali da trekking anche se le temperature esterne ne fanno venire voglia.

La scarpa deve essere chiusa per offrire protezione al piede e mantenerlo nella posizione corretta durante il movimento.

Le scarpe aperte non proteggono da distorsioni o eventuali urti contro rocce e arbusti che potrebbero mettere fine alla camminata in modo molto doloroso.

​6. ​Dovre​sti scegliere delle Scarpe Resistenti all'acqua

​Le scarpe per camminare in montagna dovrebbero essere, inoltre, impermeabili in modo da proteggere i piedi in caso di piogge improvvise o attraversamenti di torrenti.

Inoltre è possibile che i piedi si bagnino anche con la rugiada del mattino in luoghi in cui l'erba è alta e la vegetazione molto folta.

Se non si acquistano scarpe impermeabilizzate si può provvedere con l'apposito spray impermeabilizzante da applicare più volte durante il viaggio.

In questo modo il piede resterà asciutto e non subirà lacerazioni, vesciche ed eritemi provocati dallo strofinamento contro il tessuto bagnato.

​7. ​Scarpe con suola dentata

​Sono da preferire le scarpe con suola dentata, anche se di primo acchito potrebbero sembrare pesanti ma con l'utilizzo offriranno un grande aiuto per camminare su qualsiasi tipo di terreno ed un sostegno ed una stabilità che sarà fondamentale per effettuare il cammino godendosi il paesaggio in totale sicurezza.

​8. ​bastoncini da trekking​

​Con le calzature si consiglia di acquistare anche i bastoncini da trekking che aiuteranno ad affrontare i percorsi in discesa.

L'appoggio dei bastoncini aiuta anche a percorrere lunghi percorsi che si presentano particolarmente faticosi. 

È bene inoltre, portare con sé un secondo paio di scarpe, magari già utilizzate e non nuove o di un tipo diverso, più leggere, in modo tale da averne di ricambio in caso di problemi ai piedi o per dare più respiro ai piedi durante le parti del cammino più leggere.

Se ti stai chiedendo quanto possano costare, sono abbastanza economici, ecco un esempio di prezzi che puoi controllare su Amazon da questo link.

​9.​ Utilizza solamente le tue scarpe

​Un consiglio molto importante è quello di non farsi prestare le scarpe di qualcun altro, nonostante sia lo stesso numero, ogni piede è differente e la scarpa prende la forma di chi la porta. 

È bene quindi, comprare sempre le proprie scarpe da trekking da utilizzare fino ad adattamento completo del piede.

​10.​ Avere un Paio di Scarpe da trekking di scorta

​Se avete acquistato da poco un paio di scarpe nuove per le escursioni fuori porta e dovete partire a breve per un lungo cammino, portate anche le vecchie, in modo da alternarle.

Non utilizzate sono quelle vecchie in quanto rischiano di rompersi per l'usura, meglio avere un paio nuove di scorta e alternarle per ammorbidirle e adattarle al piede.




​Come allacciare le scarpe da trekking?

​Vi sono moltissimi tipi di scarpe da trekking, essi differiscono per modello a seconda del cammino che si si appresta ad iniziare, la stagione e la tipologia del terreno che si deve affrontare.

Le scarpe fanno parte dell'abbigliamento e come tale si tende spesso a sopravvalutare l'aspetto estetico, ma in questo caso è bene concentrarsi sul lato pratico della calzatura.

È necessario infatti, che le scarpe da camminata in montagna abbiano delle caratteristiche tecniche fondamentali per camminare a lungo evitando di distruggere i piedi.

Una volta individuate le scarpe adatte, bisogna sapere come allacciarle nel modo corretto per avere un giusto sostegno ed una protezione adeguata.

Vi Postiamo qui sotto un esaustivo Video che mostra il processo, essendo dimostrativo dovrebbe essere chiaro anche se è in lingua Inglese, per chi preferisce leggere invece, sotto il Video trovare le Istruzioni per allacciare le scarpe da trekking in Italiano.

Prima di tutto si deve fare una prova essenziale per valutare se la scarpa è del numero adatto al nostro piede. 

Una volta indossata utilizzando i calzettoni in cotone spessi che si andranno a indossare durante il cammino, si deve inserire un dito sul retro del piede.

Se il dito entra allora va bene, diversamente si deve prendere un mezzo numero in più.

Questa prova è necessaria in quanto il piede deve avere lo spazio per muoversi ed affrontare le piegature durante la salita su rocce o quando ci si china per riposare. Inoltre bisogna tener conto che il piede tende a gonfiarsi dopo diverse ore di cammino e quindi ha necessità di più spazio all'interno della scarpa.

Fatto questo si passa all'allacciatura, considerando che si deve ottenere la giusta pressione in ogni punto del piede, i lacci hanno un ruolo fondamentale.

Gli scarponcini alti devono avere una giusta presa alla caviglia, se si allacciano normalmente fino sopra stringendo alla fine dello scarponcino si otterrà una stretta troppo forte sopra la caviglia che potrebbe impedire il giusto piegamento.

Se ci si ferma con i lacci all'altezza della caviglia evitando gli ultimi due o tre ganci sulla gamba si rischia invece, di non essere protetti a sufficienza contro le distorsioni.

Per ottenere la giusta protezione si deve procedere quindi in questo modo:

  • Inserire i lacci negli appositi fori partendo dal basso fino a giungere all'altezza della caviglia
  • Incrociare i lacci ed agganciarli direttamente all'ultimo gancio in alto della scarpa
  • Incrociare i due lacci ed inserirli del gancio sottostante
  • Incrociare di nuovo e agganciare i lacci al gancio che si trova all'altezza della caviglia
  • Stringere in modo da avere il giusto sostegno e allacciare saldamente i lacci effettuando un doppio nodo.

È importante che la scarpa sia comoda durante il cammino e che consenta i movimenti corretti, per tale motivo quando si entra in un negozio per acquistare le scarpe da trekking non si deve cedere al fascino delle prime calzature ma è necessario provarne diverse. Non si deve avere fretta in questo genere di acquisto.

Le scarpe da uomo e da donna, per questo genere di scarpa sono molto simili ma si differenziamo per la misura del piede e della pianta che solitamente è più sottile nelle donne.

Richiedere quindi un paio di scarpe adeguate al proprio piede è necessario per non subire poi danni durante la lunga passeggiata in montagna o su sentieri di lunga percorrenza.

I calzettoni è bene sostituirli spesso in quanto quelli già utilizzati diverse volte perdono in morbidezza, con l'uso si schiacciano perdendo spessore e la loro funzione da cuscinetto viene meno.

La soletta all'iinterno della scarpa per camminate in sentieri naturali, inoltre, funge anch'essa da sostegno e cuscinetto, molto importante per evitare urti al piede e sostenere il tallone.

Se la scarpa non è già sufficientemente fornita di apposita suola si può inserire un'ulteriore soletta rialzata sul tallone in modo da assorbire l'urto della camminata o corsa e sostenere in modo corretto la colonna vertebrale.

Inoltre questo genere di soletta aiuta ad ottenere una posizione più confortevole senza sforzare troppo la caviglia, la muscolatura e i nervi della gamba.

Seguendo questi consigli la camminata risulterà più leggera e piacevole.



​La differenza tra scarpe da Trekking e scarpe da Hiking

​Ogni attività sportiva o amatoriale che richieda uno sforzo fisico continuativo per un lungo percorso come la camminata necessità delle giuste attrezzature e del giusto supporto per affrontare in modo sano e non dannoso, l'avventura.

Per quanto riguarda il trekking e l'hiking, oltre al giusto abbigliamento fondamentale per il benessere del corpo, si deve porre la massima attenzione alle scarpe.

I piedi sono la parte principale del corpo che sostengono lo sforzo maggiore nel lungo cammino e devono essere dotati di calzature adeguate.

Prima di tutto chiariamo la differenza tra Hiking e Trekking, per comprendere bene quale tipo di scarpa utilizzare e per quale motivo è indispensabile conoscere la natura delle differenti attività che si vanno ad affrontare.

Hiking deriva dall'inglese Hike, camminare riferito alle escursioni e sta ad indicare quindi una lunga passeggiata, attraversando paesaggi naturali, con una durata di diverse ore.

Il Trekking deriva da trek, ossia viaggiare, e sta ad indicare un lungo itinerario svolto a piedi e della durata di diversi giorni.

Se il cammino che si sta per affrontare prevede notti in tenda o presso un rifugio significa che si tratta di Trekking, se invece la camminata lungo sentieri di montagna si concluderà con il ritorno a casa per sera, si tratta di Hiking.

La differenza sostanziale quindi, sta semplicemente nel tempo di durata del viaggio.

La parola Trekking non ha origini inglesi come si potrebbe pensare, ma sudafricane e in particolar modo riguardano le migrazioni forzate dei boeri (popolazione originaria olandese) dagli inglesi giunti sul territorio.

Curiosamente la parola trekking viene utilizzata più dagli italiani che dagli anglofoni, in quanto la sua origine non è inglese.

Gli anglosassoni infatti utilizzano un termine differente per indicare il trekking che è "backpacking", che sta ad indicare lo zaino che si porta con é chi deve affrontare un cammino lungo più giornate.

Mentre per definire cammini di lunghi periodi che possono raggiungere uno o più mesi di durata, si utilizza la parola "thru-hiking", se il lungo cammino viene effettuato in più volte si definisce invece, "section-hiking".

Detto questo si può stabilire che la differenza sostanziale tra trekking e hiking come viene definito in Italia, è la durata del cammino. L'arco di tempo che definisce il tipo di attività fa la differenza tra la tipologia di scarpe più adatte da utilizzare.

Le scarpe per le camminate su sentieri montani devono affrontare diversi giorni di cammino che può essere anche molto tortuoso, con rocce da scavalcare, torrenti da attraversare e lunghe camminate su terreni sconnessi con a spalle un pesante zaino da trasportare.

Per questo motivo le scarpe devono essere più resistenti sia esternamente che internamente, offrendo al piede comodità con un imbottitura adeguata, un sostegno alla caviglia sufficiente ed una suola che funga da ammortizzatore per il piede e soprattutto il tallone.

Esternamente la scarpa deve avere una dentatura che aiuti nelle salite e nella presa sul terreno ed essere impermeabile.

La scarpa da Hiking può essere anche più bassa e non a scarponcino come si consiglia per l'escursionismo, in quando la durata e la difficoltà del cammino è meno impegnativa.

Inoltre la calzatura deve essere leggera e morbida per consentire anche la corsa o una camminata veloce essendo privi del carico dello zaino.

La parte interna dovrebbe essere traspirante e morbida per accogliere il piede in una sorta di abbraccio che eviti danni durante la camminata.

La suola deve adattarsi alla forma del piede e il tallone deve essere per sostenuto da un cuscinetto che funga da ammortizzatore. La parte esterna deve essere preferibilmente impermeabilizzata.

La differenza sostanziale è la leggerezza delle scarpe che si adeguano allo sforzo e al tempo della camminata che si va ad affrontare.



​Quale modello di scarpa da trekking acquistare

​La cosa fondamentale da considerare durante la scelta e l'acquisto delle calzature da escursionismo è la qualità del materiale di cui sono composte e delle modalità di assemblaggio.

In particolar modo si deve fare attenzione ai seguenti dettagli:

  • ​​Tomaia : La tomaia è la parte superiore della calzatura e serve per la protezione e supporto del piede. Questa deve avere un'altezza tale da non tenere troppo stretto il piede, ma sufficiente da contenerlo senza che abbia un movimento eccessivo che provocherebbe eritemi e vesciche per lo strofinamento. La tomaia può essere impermeabile per mantenere la pelle asciutta anche in escursioni in cui sono previsti attraversamenti in campi con erba alta o torrenti.
  • ​​Suola : Le scarpe da trekking devono essere in grado di affrontare qualsiasi terreno mantenendo la stabilità, la suola quindi deve essere antiscivolo. La gomma è la materia più utilizzata per realizzare le suole delle scarpe da trekking in quanto fa una buona presa sul terreno e non scivola anche su sentieri bagnati o fangosi. La durezza della gomma gli conferisce una maggiore durata nel tempo e le rende resistenti agli urti.
  • ​​Linguetta : Spesso sottovalutata, la linguetta delle scarpe ha una sua precisa e importante funzione. Posta sotto i lacci nella parte frontale, impedisce che terra, sassi, arbusti o altro materiale entri nelle scarpe ferendo il piede e disturbando il cammino. Durante l'allacciatura delle scarpe è necessario controllare che la linguetta sia ben tirata verso l'alto e fissata eventualmente con l'apposito gancio in modo da garantire la massima protezione al piede.
  • Alternate Arrow Circle Right
    ​​Stringhe : I lacci o stringhe, sono fondamentali per un buon supporto e funzionalità della scarpa durante il cammino. Grazie a questi accessori le scarpe rimangono ben chiuse e strette intorno al piede e alla caviglia proteggendoli da distorsioni e infiammazioni. Affrontare un cammino con le scarpe slacciate o non ben chiuse crea molti problemi al piede e alle articolazioni oltre a rischiare che la scarpa si riempia di sassi e terra impedendo un cammino sereno e sicuro.
  • Alternate Arrow Circle Right
    ​​Fodera e imbottitura : Due elementi essenziali nelle calzature per lunghe camminate, essi servono a garantire comfort di piede e caviglia e li proteggono. Vi sono scarpe con imbottitura in schiuma, molto resistente agli urti oppure la classica gommapiuma, che fanno da cuscinetto protettivo e mantengono il piede nella posizione corretta.
  • Alternate Arrow Circle Right
    ​​Soletta : La soletta, o plantare, è la parte interna della calzatura sulla quale si appoggia il piede. Da questo si capisce quanto sia importante la sua funzione. La soletta deve essere fissa nella scarpa in quanto muovendosi perderebbe la sua funzione e disturberebbe il cammino. Deve inoltre, essere anatomica in modo da fornire un sostegno perfetto ad ogni parte del piede in particolar modo al tallone che subisce il maggior urto e fornisce la spinta al passo successivo.


​Le Migliori Scarpe da trekking

Scarpa da Trekking Migliore

​Le scarpe per escursioni di qualunque tipo si scelgano devono essere acquistare con competenza e senza badare a spese in quanto la sicurezza del piede durante il cammino è essenziale a garantire la salute di tutto il corpo.

Il sostegno e la stabilità fornite da scarpe adeguate eviteranno pericolose cadute che potrebbero provocare infiammazioni alle articolazioni e fratture non solo al piede.

Detto questo si può procedere all'acquisto del modello adeguato, solitamente le scarpe da trekking si dovrebbero provare, ma si possono anche acquistare su siti affidabili come Amazon che consente una consegna rapida ed un cambio altrettanto veloce in caso di insoddisfazione.

Tra i modelli disponibili i più consigliati sono i seguenti:

​Un modello da donna per chi si appresta ad affrontare un cammino sia su sentieri regolari che sentieri montani con dislivelli e diverse difficoltà. Esternamente vi è la membrana che rende la scarpa totalmente impermeabile e traspirante.

La suola è costituita da una miscela Vibram che permette una perfetta aderenza al terreno anche se bagnato e scivoloso. Inoltre non si consuma eccessivamente durante l'utilizzo aumentando la durata nel tempo.

I cuscinetti ad aria presenti nel tallone fungono da ammortizzatori dello shock e aumentano la stabilità mentre i soffietti posti sulla linguetta mantengono lontani sassi e sabbia.

​Per l'uomo un modello di scarpa da trekking con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

La linea aerodinamica della calzatura è la caratteristica che salta all'occhio a prima vista e la rende adatta ad ogni tipologia di cammino o escursione.

Stabile e flessibile nella zona caviglie si presenta confortevole e fresca grazie alla fodera in GORE-TEX che offre impermeabilità e traspirabilità.

Un modello di scarpa da trekking creato per essere usato a lungo, per cammini di lungo percorso e su qualsiasi tipologia di terreno.

Salewa Firetail EVO MID GTX possiede inoltre, un collarino più alto alla caviglia che protegge il piede anche nelle escursioni invernali mantenendo il piede al caldo e all'asciutto.

La suola è stata creata con un battistrada artigliato ed una mescola in Vibram che ne garantiscono la stabilità in ogni situazione e su ogni percorso.

​La Karrimor è una marca nota in Inghilterra per le scarpe da trekking e per l'abbigliamento sportivo in genere, tale notorietà la si deve alla qualità dei suoi prodotti.

Questo modello di scarpa da trekking per uomo offre una totale sicurezza per escursioni in terreni poco battuti per la sua resistenza e durata nel tempo. I materiali utilizzati sono della migliore qualità per fornire comfort e protezione a piede e caviglia durante il cammino.

​Uno dei migliori marchi per il trekking, la Timberland, ha studiato un modello leggero, confortevole e sicuro per affrontare le escursioni in montagna.

È importante calcolare sempre mezzo numero in più di quello che si prenderebbe solitamente in quanto la Timberland ha una calzata stretta.

Perfetta per le attività che prevedono lunghi cammini, lasciano il piede asciutto grazie alla membrana in GORE-TEX e ha una perfetta aderenza su diversi tipi di terreno.

Lunga durata nel tempo per l'alta qualità dei materiali utilizzati per la realizzazione.

La tomaia è in pelle 100%, impermeabilizzata per proteggere dal maltempo e da terreni con presenza di erba alta, fango o corsi d'acqua.

Possiede un doppio plantare estraibile secondo le necessità e la fodera interna in tessuto assorbente per mantenere il piede sempre asciutto. Collarino e linguetta sono alti e imbottiti per garantire il massimo comfort.

​Un modello unisex, adatto alle escursioni su terreni regolari e asciutti che su terreni sconnessi, misti e umidi. Il piede resterà asciutto anche in condizioni meteorologiche sfavorevoli.

La tomaia è in camoscio impermeabile con cuciture elettro-saldate, la soletta Techlite funge da ammortizzatore garantendo un notevole ritorno di energia e la suola realizzata in gomma Omni-Grip offre stabilità anche su terreni scivolosi.

Adatte sia ad Hiking che Trekking su terreni impegnativi e di varia natura. La Columbia Redmond Mid Waterproof non ha tacco a differenza di altre tipologie di scarpe da trekking ed è estremamente flessibile per seguire le curvature del piede durante la camminata.

Comoda e confortevole offre una buona protezione ed una leggerezza che aiuta sui previ percorsi e nelle camminate veloci.

About the Author Mario Conti

Ciao! Mi chiamo Mario Conti e sono il Fondatore e Amministratore del Sito. Negli ultimi 10 anni ho praticando un'infinità di Sport su Tavola, la mia missione è quella di far conoscere a tutti gli Sport che amo.

Leave a Comment: