2 Semplici modi per lavare uno zaino da trekking senza rovinarlo

2 Semplici modi per lavare uno zaino da trekking senza rovinarlo

​Come lavare uno Zaino da Trekking a Mano

​Indipendentemente dal tipo di lavaggio che sceglierai per rendere come nuovo il tuo zaino, la prima operazione che dovrai effettuare consisterà nello svuotare completamente questa borsa del suo contenuto.

Questa operazione è fondamentale sia per evitare che gli eventuali oggetti riposti al suo interno possano rovinarsi nel momento in cui entrano in contatto con l'acqua, sia perché nel momento in cui andrai a strofinare il tessuto dello zaino per lavarlo qualche oggetto metallico potrebbe rovinarlo o addirittura strapparlo.

Dopo averlo svuotato degli oggetti più grandi e ingombranti, ti consigliamo di utilizzare un piccolo aspirapolvere a batterie per rimuovere gli eventuali residui di briciole e polvere presenti al suo interno.

Tutti gli oggetti che usualmente tieni all'interno dello zaino li potrai riporre in un contenitore o in un sacchetto di plastica per rimetterli nuovamente al suo interno e potrai sfruttare l'occasione anche per pulire qualcosa che normalmente è racchiusa nello zaino. 



Altra operazione che puoi effettuare prima del lavaggio riguarda il trattamento delle macchie.

Puoi utilizzare uno sgrassatore o un detergente che dovrai spruzzare sulle macchie e lasciare che agisca per almeno 30 minuti.

Trascorso questo periodo, puoi utilizzare una spazzola morbida o un vecchio spazzolino per rimuovere con facilità le macchie dal tessuto.

Ti consigliamo vivamente di non utilizzare la candeggina in quanto con un'altissima probabilità rovinerà il tessuto dello zaino da trekking.

Qualora tu non avessi a disposizione uno smacchiatore o un detergente specifico per le macchie, potrai utilizzare una soluzione fatta di acqua e sapone da applicare direttamente sulle macchie.

Passiamo quindi al lavaggio vero e proprio.

Preliminarmente dovrai riempire una bacinella capiente, la vasca da bagno o il tinello con acqua tiepida.

Sarà fondamentale che tu non utilizzi acqua calda perché questa potrebbe scolorire i tessuti.

Alcuni aspetti molto importanti durante la fase del lavaggio sono lo spazio a disposizione che deve essere sufficiente a garantire libertà di movimento per lavare agevolmente i diversi scomparti dello zaino da trekking e di porre attenzione ad eventuali parti dello stesso per le quali le istruzioni di lavaggio consigliano di non immergere completamente in acqua.

Dopo aver effettuato un primo lavaggio utilizzando esclusivamente l'acqua che hai riempito, puoi aggiungere del detersivo, avendo cura però che non si tratti di un prodotto particolarmente aggressivo che potrebbe comportare sia un'irritazione della pelle sia un danneggiamento o lo scolorimento di tutto o parte del tessuto dello zaino.

Se sei certo di non rovinare il tuo zaino da trekking puoi immergerlo completamente in acqua e utilizzare uno spazzola con delle setole morbide.

In realtà, la scelta migliore è quella di utilizzare quest'ultima solo dove lo sporco è particolarmente evidente o dove vi sono delle macchie con incrostazioni mentre è più conveniente utilizzare uno straccio morbido per effettuare la pulizia ordinaria.

Se non hai la certezza che il tessuto non venga rovinato dall'utilizzo della spazzola, una valida alternativa è rappresentata dall'uso di una spugna, bagnata in acqua e detergente, con la quale esercitare una leggera pressione nelle zone dove è presente lo sporco per rimuoverlo con facilità.

A questo punto, se ti rendi conto che il tuo zaino da trekking è pulito, il lavaggio è terminato e quindi puoi procedere a risciacquarlo sotto abbondante acqua fredda o tiepida per eliminare eventuali residui di sporco e tracce di detersivo.

Per diminuire il tempo necessario affinché si asciughi, devi strizzare lo zaino in modo che venga eliminato la maggior quantità di acqua possibile. Durante questa fase devi stare attento alle zip e ad eventuali altre parti in metallo che potrebbero danneggiare il tessuto dello zaino mentre viene strizzato.

L'ultima fase del lavaggio consiste nell'asciugatura che deve avvenire in modo naturale, stendendolo all'aria fresca, evitando di utilizzare l'asciugatrice.

Questo perché assicura che lo zaino si asciughi in modo graduale senza che siano lasciato odori sgradevoli.

Preferibilmente lo zaino deve essere posizionato capovolto e con le cerniere aperte.

Prima di utilizzare nuovamente il tuo zaino da trekking e di riporre gli oggetti che in precedenza avevi tolto, assicurati che sia perfettamente asciutto per evitare che possano formarsi con l'umidità delle zone con muffa.



​​A questo punto puoi procedere con la preparazione dello zaino prima del lavaggio vero e proprio.

Con l'ausilio di una spazzola procederai alla rimozione dei residui di sporco sul tessuto e successivamente potrai utilizzare un panno umido per rimuovere eventuali incrostazioni o macchie superficiali evitando che lo sporco maggiore possa mescolarsi all'acqua saponata che utilizzerai per il lavaggio.

In questa fase dovrai anche effettuare alcune piccole operazioni come tagliare eventuali fili delle cuciture che possono inceppare le cerniere e rimuovere le tasche e le strutture rigide dallo scomparto principale.

Per essere certo di non rovinare il tuo zaino da trekking con un lavaggio non adeguato, ti consigliamo di leggere l'etichetta presente all'interno dello zaino sulla quale saranno riportate le istruzioni per lavarlo in maniera ottimale.

Solitamente sull'etichetta sono riportati detersivi e detergenti che non devono essere utilizzati in quanto possono rovinare il tessuto.

Se lo zaino non dispone di un'etichetta che fornisce queste informazioni, allora conviene che effettui una prova su una piccola porzione di tessuto, meglio se questa si trova in un lembo interno e nascosto dello zaino.



​Lavaggio in lavatrice dello zaino da trekking

​Quella che abbiamo appena esaminato è la modalità di lavaggio a mano dello zaino da trekking ma nulla vieta che il tuo accessorio possa essere lavato in lavatrice.

Prima di procedere con qualsiasi operazione, è bene verificare sull'etichetta riportante le istruzioni per il lavaggio, se è possibile lavare il tuo zaino da trekking in lavatrice.

Alcuni produttori infatti non consigliano di effettuare questo tipo di lavaggio perché il tessuto potrebbe rovinarsi a causa della temperatura troppo elevata.

Prima di passare al lavaggio bisogna, come visto in precedenza per il lavaggio a mano, svuotare lo zaino di tutto il suo contenuto approfittandone per pulire anche qualcuno degli oggetti che usualmente riponi all'interno della borsa.

Anche in questo caso, utilizza un piccola aspirapolvere per effettuare una pulizia approfondita dei residui di sporco e polvere presenti nelle pieghe interno dello zaino e per rimuovere eventuali briciole di alimenti che sono stati inseriti durante l'utilizzo.

Ti ricordiamo nuovamente di riporre tutto il contenuto dello zaino in un contenitore o in una busta di plastica in modo da averli a portata di mano nel momento in cui dovrai riporre nuovamente tutti gli oggetti che usualmente hai a portata di mano all'interno dello zaino da trekking.

Prima di inserire lo zaino in lavatrice è bene effettuare preliminarmente una verifica sulle parti esterne per localizzare eventuali macchie di sporco che devono essere trattate in modo diverso o per le quali è opportuno utilizzare uno sgrassatore o un detergente prima che si effettui il lavaggio in lavatrice.

La parte esterna dello zaino e quella in tessuto le potrai passare con un panno umido in modo da rimuovere tutti gli eventuali residui di sporco, trattando le macchie più ostinate con un detergente delicato.

In questo caso, puoi usare qualsiasi tipo di detersivo che non sia molto aggressivo trattando la parte con lo sporco direttamente con un panno umido o eventualmente con una spazzola che presenti delle setole non particolarmente dure.

Puoi usare anche un vecchio spazzolino avendo però cura di non forzare troppo la mano per evitare di strappare il tessuto, sfregandolo in maniera troppo vigorosa.

Se non vuoi usare detersivi industriali, può andare bene anche una soluzione che puoi preparare tu con acqua e sapone; indipendentemente dal prodotto che vorrai utilizzare per il trattamento delle macchie, questo dovrà essere lasciato agire sulle macchie per almeno 30 minuti prima di procedere al lavaggio.

Ti ribadiamo il consiglio di rimuovere, prima di collocare lo zaino nella lavatrice, di rimuovere la struttura metallica e le eventuali parti che possono essere staccate.

Prima di far partire il lavaggio in lavatrice controlla bene le istruzioni che sono riportate sull'etichetta presente all'interno dello zaino.

Su questa infatti sarà indicato il lavaggio in lavatrice a che temperatura dovrà essere effettuato per evitare di rovinare il tessuto o di scolorirlo e quali detersivi possono essere utilizzati in quanto non particolarmente aggressivi.

In linea di massima, non dovresti trovare alcuna controindicazione ad effettuare il lavaggio con questo elettrodomestico poiché buona parte degli zaini da trekking in commercio sono realizzati in fibra di tela o di nylon, materiali che resistono molto bene a questo tipo di lavaggio.



​Come lavare uno Zaino da Trekking in lavatrice.


La migliore soluzione possibile è quella di inserirlo all'interno di una vecchia federa di un cuscino per evitare che durante il lavaggio possa entrare in contatto direttamente con le parti metalliche dell'oblò della lavatrice.

All'interno del dispenser versa una piccola quantità di detergente e detersivo. Imposta quindi un ciclo di lavaggio che non preveda l'uso di acqua calda ma fredda o tiepida, avendo cura di controllare lo zaino durante la centrifuga poiché essendo pieno d'acqua e quindi pesante potrebbe far muovere lateralmente la lavatrice.

Al termine del ciclo di lavaggio, puoi rimuovere lo zaino dalla federa e metterlo ad asciugare.

Il consiglio che ti diamo è sempre quello di evitare l'asciugatrice e fare in modo invece che sia posizionato all'aria aperta.

In questo modo avverrà un'asciugatura graduale e uniforme che eviterà che resti qualche piega umida che potrebbe anche comportare la formazione di muffe. Una volta che sarai certo che il tuo zaino da trekking sia completamente asciutto potrai collocare nuovamente al suo interno i vari oggetti e partire nuovamente per una entusiasmante escursione.


​Conclusione

​Quelli che ti abbiamo proposto sono le due modalità che usualmente vengono utilizzare per lavare uno zaino da trekking, ma anche qualsiasi altro tipo di zaino, in modo che lo stesso non si rovini durante il lavaggio.

Per concludere l'argomento, ti forniamo anche ulteriori consigli. Innanzitutto quando effettuerai il lavaggio dello zaino per la prima volta, dovrai lavarlo da solo poiché potrebbe perdere parte del colore.

Molta cura dovrà essere effettuata se lo zaino ha un elevato valore economico, oltre che personale, è meglio evitare un lavaggio effettuato in maniera autonoma ma rivolgiti ad una lavanderia che sia specializzata nel lavare questo tipo di prodotto.

Per i lavaggi successivi al primo, lo zaino potrà essere lavato insieme ad altri capi di abbigliamento purché collocato sempre all'interno di una federa.

Segui sempre le indicazioni che sono riportate sull'etichetta per verificare il tipo di lavaggio che deve essere effettuato, l'uso del detersivo più adatto e la temperatura del lavaggio.

Resta inteso che le indicazioni fornite vanno applicate solo a zaini da trekking realizzati in tessuto o in materiale sintetico mentre non vanno assolutamente usate per zaini in pelle, in cuoio o in plastica.

Ti ricordiamo, infine, che la maggior parte degli zaini da trekking sono realizzati in nylon trattato con un materiale impermeabilizzante che viene perso durante il lavaggio e che potrebbe far apparire il tuo zaino quasi vecchio.

Per evitare questo inconveniente ti basterà semplicemente trattare la tua borsa con un materiale impermeabilizzante spray da spruzzare su tutta la superficie dello zaino.

About the Author Mario Conti

Ciao! Mi chiamo Mario Conti e sono il Fondatore e Amministratore del Sito. Negli ultimi 10 anni ho praticando un'infinità di Sport su Tavola, la mia missione è quella di far conoscere a tutti gli Sport che amo.

Leave a Comment: