Qual’è la Differenza tra Hiking e Trekking? – Tavolesportive.com


Con l’avvicinarsi dell’estate molte persone iniziano ad effettuare le prime escursioni in montagna, boschi e luoghi incontaminati.

Ma questa è una vera e propria attività sportiva, sopratutto l’Hiking, per la quale occorre essere preparati, sia fisicamente che a livello di dotazioni di vestiario e di accessori.

Molto spesso si confonde Hiking e trekking con la stessa attività sportiva, mentre invece si differenziano nel modo di approcciare le camminate in montagna.

Di conseguenza, anche le calzature adatte saranno leggermente diverse per ogni attività.

Qual’è la Differenza tra Hiking e da Trekking? Per hiking si intende una camminata breve e delineata in una zona ben precisa e solitamente si svolge all’interno dell’arco di una giornata. Il trekking, invece, può riguardare delle vere e proprie gite che si svolgono in più giornate e su terreni diversi tra loro.

Che cos’è l’Hiking?

L’hiking è un termine inglese per indicare un escursione breve, che può essere impegnativa e con importanti salite, le quali mettono a dura prova sia le persone, sia le scarpe indossate.

Le scarpe devono essere dare del comfort ed essere adatte a categorie diverse, e mantenere comunque una robustezza, per evitare di dover comprare un paio di scarpe ogni volta che si va a fare hiking.

Uno dei punti chiave di una scarpa da hiking è la leggerezza, fondamentale per agevolare le performance dell’attività, che potrebbe prevedere importanti salite da affrontare.

Inoltre devono essere impermeabili, perché spesso si va a fare hiking anche in condizioni di meteo non favorevoli, oltre ad avere un buon sistema di ammortizzamento, per poter camminare in qualsiasi tipo di terreno senza ritrovarsi a fine giornata con piedi distrutti.

Ci sono varie categorie di hiking, il Mountain Hiking, il Nature Hiking, il Fast Hiking e lo Snow Hiking.

Il primo è sicuramente il più diffuso, con le escursioni in montagna, come confermato anche dalle notizie di oggi con la partenza della primavera e delle prime escursioni.

  • Lo Snow Hiking si differenzia dagli altri tre, perché richiede scarpe da hiking apposite per la neve, mentre le altre attività vengono svolte durante il periodo estivo e primaverile, con sentieri liberi.
  • Il Fast Hiking, come fa intuire il nome, prevede un’attività più veloce, con una maggiore prestazione fisica, oltre a richiedere un abbinamento di scarpe più leggere, ma che dovranno comunque garantire un adeguato sistema di ammortizzatori.
  • Con il Nature Hiking si fa riferimento all’escursione in mezzo alla natura, non necessariamente in montagna, anche in sentieri che possono avere dislivelli.

Che cos’è il Trekking?

Il trekking riguarda le escursioni più lunghe, da effettuare lungo sentieri anche fuori dai percorsi pre-impostati, questo la rende un’attività imprevedibile, che necessita di apposite calzature per affrontare terreni diversi tra loro, nonostante non preveda imponenti salite.

Scegliere un paio di scarpe da trekking adeguate è importante per evitare di ritrovarsi con vesciche e per proteggere la caviglia da sassi e possibili ostacoli.

Infatti rispetto alle scarpe da hiking risultano più alte, proprio per la protezione della caviglia, a discapito della leggerezza.

Per chi si appresta ad andare in sentieri più pianeggianti e con poco sforzo, sono consigliate scarpe basse, con un’adeguata ammortizzazione e suola, per evitare di affaticare il piede lungo il percorso.

Nelle scarpe da trekking, a differenza di quelle di hiking, si possono trovare anche classici “scarponi” a taglio alto, che vanno a proteggere la caviglia, questo perché non dovendo affrontare rapide salite, può andare bene anche una calzatura più “solida”.

hiking

Qual’è la Differenza tra una scarpa da trekking ed una da hiking?

La principale differenza tra le due attività riguarda la componente sportiva, più spiccata nell’hiking, che è proprio una camminata veloce, molto simile ad una corsa di fondo.

Il trekking, invece, è una camminata tendente ad una passeggiata, senza la componente sportiva.

Come si è evidenziato in precedenza, una scarpa da hiking deve essere adeguatamente ammortizzata e leggera, queste due caratteristiche chiave non le ritroviamo come prioritarie nelle scarpe da trekking, che possono avere una struttura robusta e meno ammortizzata, ma più predisposta a proteggere piede e caviglia.

Chi fa hiking solitamente non si improvvisa nei sentieri non segnati e non va fuori percorso, questa è una differenza dal trekking che va ad influire anche sulla scelta della scarpa.

Difatti quella di trekking dovrà avere una funzione più protettiva, rispetto a quella di hiking, perché nel terreno impervio e non segnato si possono trovare ostacoli inaspettati.

Chi pratica hiking lo fa in percorsi noti e trafficati, quindi il problema principale è legato a quello della “performance”, garantita da leggerezza ed ammortizzazione.

Se si dovesse fare un distinguo ben preciso, dunque, si potrebbe dire che una scarpa da trekking avrà una struttura più robusta, garantirà una protezione maggiore alla caviglia, ma avrà meno ammortizzatori e sarà più pesante.

La calzatura da hiking, invece, mantiene una struttura con materiali leggeri e fa in modo che la suola dia supporto alla gambe, considerando le maggiori salite nei percorsi.

Entrambe le calzature devono garantire l’impermeabilità, non è un must, ma è una caratteristica molto comoda per chi effettua hiking o trekking con la pioggia, per non ritrovarsi piedi zuppi di acqua ed umidi a fine giornata.

Condividi L'articolo

Mario Conti

Ciao! Mi chiamo Mario Conti e sono il Fondatore e Amministratore del Sito. Negli ultimi 10 anni ho praticando un'infinità di Sport su Tavola, la mia missione è quella di far conoscere a tutti gli Sport che amo.

Recent Content